da Lsdi: Ma Facebook porta nuovi lettori ai siti online dei quotidiani?

da Lsdi: Ma Facebook porta nuovi lettori ai siti online dei quotidiani?

680
0
SHARE

La maggior parte dei quotidiani nazionali ha un profilo su FB: l’obiettivo è ampliare il numero dei lettori ma anche  lanciare nuove iniziative editoriali – Nessuno di essi produce dei contenuti specifici per FB – Nonostante i buoni risultati dei principali giornali italiani resta però  il dubbio se la crescita dei ‘’mi piace’’ non si fermi sui profili di FB senza portare nuovi visitatori sui siti web delle testate
—–
di Claudia Dani

Quasi tutti i quotidiani nazionali posseggono un profilo su FB. Lo utilizzano per diffondere le notizie che già pubblicano all’interno del loro sito web. L’intento è raggiungere un maggior numero di lettori. Non creano contenuti ad hoc per FB.  Ma il lettore, che ha  cliccato sul bottone ‘mi piace’, si vedrà pubblicare in bacheca gli aggiornamenti.
In uno dei casi esaminati in questa piccola analisi su alcune delle maggiori testate italiane, quello del Sole24ore,  viene anche utilizzato lo strumento All in 1 social, che, come abbiamo già visto, serve a fidelizzare i lettori e fare in modo che sui  loro wall di FB appaiano notizie su argomenti per cui hanno dimostrato in passato un interesse particolare.  Cosa che, almeno teoricamente, dovrebbe portare i lettori dritti al sito web della testata.
Abbiamo dato un primo sguardo al modo con cui i quotidiani lavorano con Fb, per riflettere ancora una volta, sulla rete e le dinamiche che si creano fra web e diffusione delle notizie, osservando le pagine FB di La Repubblica, Il Corriere della Sera, Il Sole24ore, Il Messaggero e Il Giornale.
Le domande da farsi sono: che cosa viene pubblicato? Quali vogliono  il ‘mi piace’ prima di poter visionare la bacheca? Quali usi ne fanno? Pubblicitari? Come si comportano gli utenti nei confronti degli aggiornamenti? Continua a leggere qui

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY