Apogeo inventa l’ebook – sushi, più che testo, conversazione

Apogeo inventa l’ebook – sushi, più che testo, conversazione

926
0
SHARE

Per chi lo conosce e lo ama, il sushi è un piccolo gioiello di ingegneria gastronomica, basata su ingredienti semplici che, composti sapientemente, danno vita a un esplosione di sapore, confezionata con elegante e delicato gusto estetico. Apogeo ha deciso di chiamare così la sua nuova collana di E-book. “Piccoli, freschi e saporiti” si legge nel sito dedicato a questa nuova serie di pubblicazioni dedicate al mondo dell’innovazione e del Web. Quindi e-book “leggeri”, costruiti su ingredienti semplici ovvero la capacità di rispondere ad esigenze di approfondimento in maniera chiara ed efficace, garantita dalle firme di professionisti del settore, in grado di scendere “in verticale”. Il tutto allestito con gusto estetico e grande usabilità dalle abili mani di Apogeo.

Nome azzeccato quindi, ancor di più se si pensa che il sushi è una “conversazione” alimentare, nel senso che ne devi assaggiare più d’uno, devi approfondirne le varianti e le combinazioni. Così, il progetto di Apogeo non si ferma alla sola pubblicazione dell’e-book ma si apre alla “conversazione” con i lettori, gli autori e gli editori stessi. Sul sito c’è una vera e propria piattaforma social su cui entrare e approfondire i temi dei vari libri, discutere con gli autori, confrontarsi con loro, bacchettarli anche, perché no? Inoltre non è necessario aver acquistato il libro, è sufficiente creare un profilo e si potrà discutere delle tematiche approfondite nei testi senza alcun vincolo.

Un’apertura importante, una “socializzazione” dell’oggetto libro e del suo contenuto in termini di cultura e di sapere che mancava in Italia e che rappresenta una innovazione assolutamente importante. Basta cliccare qui per accedere ai forum.

Quali i temi dei primi testi? Si parte da Massimo Carli, con il suo “Creare la prima applicazione Android”, un ebook dal taglio pragmatico pensato per sviluppatori, o aspiranti tali, che hanno deciso di misurarsi con Android, il sistema operativo per dispositivi mobili più popolare e diffuso al mondo. Attraverso dettagliati tutorial passo-passo, l’autore accompagna il lettore alla realizzazione della sua prima applicazione: dall’installazione dell’ambiente di sviluppo, all’analisi dei componenti; dalla creazione del progetto, alla fase di test e debugging.

Tocca poi a Marco Massarotto con il suo “Mobile marketing”. Fare acquisti, leggere le notizie, trovare la strada che stiamo cercando, sapere quante calorie abbiamo bruciato con l’ultimo allenamento, scambiarsi opinioni con gli amici: quante delle cose che prima potevamo fare solamente seduti davanti al computer – o non potevamo fare affatto – sono rese possibili dalle tecnologie mobile? Ma, a ben guardare, a essere mobile e interconnessi non sono (più) solo i device, ma il nostro intero stile di vita e, in ultima analisi, la società.

E ancora Alessandra Farabegoli, col suo “Email marketing con MailChimp”. Chiunque può spedire un’email, pochi hanno le competenze necessarie per gestire in maniera professionale una newsletter senza impigliarsi nei filtri antispam o generare rovinose catene di Sant’Antonio. Questo ebook accompagna il lettore alla scoperta di MailChimp, un mailer potente e versatile che permette di disegnare newsletter su misura per i propri scopi, integrarle con blog e social network e, ancor più importante, tracciare in maniera dettagliata i risultati.

Ancora, Ivan Rachieli, con “Ebook metadata”. La transizione in digitale del mercato editoriale ha portato all’attenzione degli addetti ai lavori i metadati. Informazioni sui dati, o meglio informazioni sui libri, i metadati sono oggi uno strumento che può contribuire al successo di una pubblicazione. Imparare a conoscergli e sfruttarli al meglio è quindi importante sia per chi si occupa di marketing e vendita, sia per chi lavora a più diretto contatto con il contenuto curandone la comunicazione e la formattazione.

Segue Craig Mood con “Reinventare la copertina”. Nel passaggio al digitale il libro si trova a rimettere in discussione sia il suo ruolo di contenitore, sia le consolidate e rassicuranti interfacce che gli appartengono da secoli, tra cui la copertina. Guscio protettivo del contenuto, prima, strumento di marketing nelle librerie, poi, la copertina scomposta in bit e fagocitata dal Web e dai colossi della vendita online come Amazon e iBookstore, si trova a dover quasi giustificare la sua presenza in un ebook.
Quale la sua funzione oggi? Che cosa ha perso e che cosa potrebbe guadagnare nei formati digitali? Quali requisiti dovrebbe avere una buona copertina per libri elettronici?

Infine il mio piccolo contributo “Online crisis management”. Può essere una crisi di comunicazione un evento positivo? Nel secolo scorso, l’era dei media che oggi definiamo mainstream, di certo no. Ma sul Web, la crisi cambia natura e significati. Questo ebook nasce dall’esigenza di comprendere questo mutamento di paradigma. A partire dalle caratteristiche proprie della crisi online – gli elementi innovativi e le dinamiche inedite – l’autore passa in rassegna quelli che sono i protagonisti di questo processo, il loro ruolo e gli strumenti per conoscerli, identificarli ed entrarci in relazione. Senza dimenticare l’analisi di casi reali il cui studio permette ad aziende e uffici stampa non solo di resistere alla crisi, ma anche di gestire l’evento critico in maniera efficace.

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY